Microscopio in Odontoiatria

Microscopio in Odontoiatria

L’utilizzo del microscopio in odontoiatria risale a un decennio fa.
Le principali critiche all’uso del microscopio sono legate al costo dello strumento e alla curva di apprendimento che può richiedere parecchio tempo.

Sono critiche che non centrano con la qualità del lavoro.
Analoghe perplessità con le dovute differenze quantitative, bloccavano 30 anni fa molti colleghi nell’acquistare ingrandimenti a caschetto oggi estremamente diffusi fra tutti gli odontoiatri che hanno intenzione di lavorare a livello qualitativo buono. Ci vuole poco per capire che più si vede bene più si lavora bene.
In alcuni casi i ritrattamenti sono legati esclusivamente all’incapacità dell’operatore che ha lavorato precedentemente di vedere: sarebbero bastati magari dei buoni occhiali oppure, meglio, degli ingranditori che possono ingrandire 4 volte , una luce coassiale o meglio ancora un microscopio.

Le foto che ho messo fanno vedere la differenza di visione fra degli ingrandimenti a caschetto e microscopio. Non ho messo la foto senza ingrandimenti : non si vede infatti quasi nulla. Ai tempi del mio babbo non esistevano ingranditori e si metteva in dubbio l’esistenza di particolari anatomici fondamentali ai fini prognostici ; per dimostrarne l’esistenza si doveva analizzare il dente estratto sotto ingrandimento! Lavorare era come guidare con la nebbia…
Immagino non ci voglia nessuna spiegazione per far capire la differenza nel lavorare con o senza microscopio. Infatti nel secondo caso si riesce a vedere esattamente tutto quello che si fa anche in anatomie molto complesse come quelle dei canali radicolari o degli apici radicolari, permettendo di fare un lavoro pulito preciso e quindi di ottenere un risultato a distanza migliore.
Nel primo caso, a volte, si fatica a vedere si va a occhio, a intuito… il margine di errore aumenta. Non è questione di essere più bravi: col microscopio siamo tutti più bravi di prima non appena riusciamo ad usarlo. Tutto questo è dimostrato nei numeri e, come molti autori sottolineano, non è più possibile fare della buona odontoiatria e in particolare della buona endodonzia senza l’utilizzo, quando è necessario, cioè quando non si vede bene, di un microscopio. Non è moda o darsi delle arie, i numeri e le foto lo confermano. In sintesi il microscopio è un mezzo che permette all’operatore di alzare il suo livello qualitativo, a prescindere dalle sue capacità, per il semplice fatto che gli permette di vedere.

la camera pulpare di un incisivo

Nel nostro studio facciamo regolari controlli del livello di Legionella nelle tubature.

In data 31 agosto 2020 è stata fatta la disinfezione dei tre riuniti e i valori dei prelievi indicano assenza del batterio della Legionella all'interno delle condutture.

A monte dei riuniti sono installati dei filtri che impediscono il passaggio di microrganismi all'interno del condutture.